28 agosto: de arte navigandi

TelegramStop-DeliveredTelegramEnvelope

Sei del mattino, mare piatto, Max è già al lavoro intento a filmare i cuochi che prparano la colazione. Un’enorme sfera rossa fa capolino dall’oblò, non capita spesso di vedere l’alba e il tramonto su la stessa linea d’orizzonte.

01 02
Avevo promesso  a Max che lo avrei raggiunto ma preferisco lasciarlo lavorare in pace.  Ieri sera  siamo stati invitati a cena nel quadrato sotto ufficiali; siamo stati benissimo e ci siamo attardati in chiacchiere. Loro erano curiosi del nostro lavoro e noi del loro e cosi la conversazione è andata avanti fino a tardi. Tutte persone molto simpatiche e ironiche. Sono i veri operativi della nave e ci hanno dato molti consigli su come andare avanti nel racconto del Vespucci. Alcuni di loro vi hanno fatto il giro del mondo e lo conoscono come le loro tasche.

03 03b 04

La giornata di ieri ha visto incoronare un evento molto atteso dai cadetti. Come già raccontato, la tradizione vuole che per decidere il loro motto rimangano chiusi in un locale per tre giorni. La nave senza la loro presenza, ora, sembra vuota e priva di attività. Le vele erano state ammainate prima che il boccaporto fosse chiuso dietro di loro e quindi stiamo procedendo a motore.

05 05b 06

Durante la colazione , alla mensa ufficiali, la conversazione era tutta rivolta agli allievi rinchiusi sotto coperta; a suo tempo ogni ufficiale vi è passato e le comparazioni erano inevitabili. Si svelavano a vicenda i trucchi per far passare cibo e bevande, sembra che stanotte ci sia stato un tentativo di apertura del portellone sventato dai due marinai di guardia.

07 08 09

E’ un evento serio condotto in maniera un poco goliardica, un momento di liberazione dopo tanti mesi di disciplina ferrea. Ieri sera li avevo preceduti per filmarli mentre scendevano portandosi dietro soltanto gli attrezzi che sarebbero serviti per cucire la bandiera, il simbolo nel quale si riconosceranno durante tutta la loro carriera di ufficiali. Mi hanno detto che ho avuto un gran privilegio a scendere con loro; è forse la prima volta, nella storia di questa tradizione, che un estraneo alla cerimonia ne abbia avuto il permesso. Ne sono orgoglioso.

10 11 12

Ore 11. L’orologio  è stato messo indietro di un ora, abbiamo passato la zona del fuso orario. In attesa della comunicazione del pranzo, la mattina sta passando con vari lavori di manutenzione che tengono impegnati i marinai di ruolo. Max mi ha fatto vedere il bel lavoro che ha fatto nelle cucine e delle riprese fatte sul ponte prima dell’alba, di cui è entusiasta. Le ho stroncate dicendo che non si vedeva niente. Lui le ha difese sostenendo che rispetto alle mie, fatte nella stessa condizioni di luce, il nero è perfetto. In effetti è perfetto, non si vede niente.

13 14 15

È un gioco fra me e Max che dura da tempo: io sono per usare la camera in automatico e correggere dopo, se ce n’è bisogno; lui, invece, interviene sul settaggio o con degli effetti in fase di ripresa, pretendendo di ottenere una qualità migliore. Per vari motivi, su questo punto non ci troveremo mai d’accordo. Li elenco per chi ha una qualche velleità fotografica o documentaristica.

1. Per come intendo io il documentario, la fotografia deve rispondere il più possibile alla realtà, senza correggere le dominanti di colore se ci sono.
2. Se perdi tempo a lavorare sul settaggio, spesso l’azione che ti sei proposto di filmare è già passata.
3. La tecnologia ti permette oggi di lavorare sulle immagini in post produzione.

Tutti e due siamo comunque molto attenti alla qualità e, in definitiva, poco importa come si arrivi a ottenerla. A ognuno il suo metodo.

Sequence 1 01001002 16 17

Un pensiero su “28 agosto: de arte navigandi

  1. E’ un emozione enorme vedere nostro figlio in foto dopo settimane di lontananza. Grazie per i diari e le osservazioni argute, talvolta anche spassose, sulla vostra permanenza a bordo. Dispiace per le facce verdi da vomito …….. Comunque sia il vostro lavoro, come anche le assidue inserzioni sul sito della Marina, ci fanno sentire Giulio al sicuro ed alle prese con una esperienza formativa e di vita esaltante! Date un caloroso saluto ai ragazzi e dite loro che con il passa voce siamo già in molti a seguirli (noi da Amburgo costantemente incollati al web …….).
    Un corso, un viaggio davvero titanico !!!!!!!!!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...