https://lesitaliens.wordpress.com/wp-admin/revision.php?revision=1465Day One: August 6th, the departure

01

Oggi, 6 agosto 2013, con i potenti mezzi della produzione, all’aeroporto di Fiumicino, in attesa dell’imbarco per Londra, Mario e io iniziamo questo lungo viaggio nell’universo della Marina Militare. Tanto per cominciare ci hanno allegeriti di 90 euro per i bagagli. Anche la British Airways è come Ryanair.
Arriveremo a Londra nel pomeriggio per imbarcarci sulla nave scuola della Marina, Amerigo Vespucci. Prima tappa di questo percorso, sarà il porto di Amburgo. Discenderemo il Tamigi a vela, cosa che non accadeva alla Vespucci da parecchio tempo. Siamo emozionati come bambini e abbiamo pronta la Xamamina.

Today, August 6th 2013, at Fiumicino Airport waiting to embark on the flight to London, with the powerful means of the production dept., Mario and I will begin this long journey into the universe of the Italian Navy. As a starter, we were relieved of 90 euros for the luggage in excess. British Airways is just the same as Ryanair.
We will be in London in the afternoon ready to get aboard the Navy School Ship Amerigo Vespucci. First leg of this long way will be the Port of Hamburg. We will sail down the river Thames, as it did not happen to the Vespucci Ship in a long time. We are excited as kids and have boxes of Xamamina ready for use.

IMG_1763Gatwick, atterrati alle 17,10 Zulu. Dieci treni dopo siamo arrivati al Canary Warf. Seguendo l’indicazione di tassisti e simil poliziotti abbiamo girato in tondo per tre quarti d’ora buoni, palleggiati avanti e indietro sul West India Quai. Stavamo per perdere le speranze, quando il disco bianco di un cappello da marinaio tra la folla è stato come la luce di un faro. L’abbiamo seguito attraverso un immenso edificio trascinandoci dietro i bagagli sempre più pesanti e, come nel più bieco dei romanzi vittoriani, l’Amerigo Vespucci è apparsa bellissima, nella luce del tardo pomeriggio, in mezzo ai grattacieli londinesi. Il contrasto delle sue forme antiche, dell’alberatura e della gabbia delle sartie con l’acciaio e il vetro che riflettevano l’arancio del tramonto mozzava il fiato. È enorme, fascinosa e possente.

Landed at Gatwick at 17:10 Zulu. Ten trains after we reached the Canary Warf. Following the instructions given by taxi drivers and lookalike policemen, we walked in circle 45 minutes, pushed back and forth on the West India Quai. We were about to leave hope when the white saucer of a Navy hat appeared in front of our eyes. It was like the beam of a lighthouse. We followed it across a huge building dragging our always heavier luggage and as in one of those old fashioned Victorian novels, the Amerigo Vespucci appeared beautiful in the light of the late afternoon, in the middle of those London skyscrapers. The contrast of its ancient shapes, the masts and the cage of the stays with the steel and glass that reflected the orange sunset was breathtaking. It is huge, charming and powerful.

01b

02 03 04

Salire il barcarizzo è stato come entrare in un film. Legno, ottone, corda, vernice, metallo, tela; le stesse nostre sensazioni dovevano provarle i marinai dei grandi vascelli da combattimento. Siamo stati accolti dal picchetto armato, dal comandante e dall’equipaggio che stava preparando un ricevimento che sarebbe iniziato da li a poco. Abbiamo giusto avuto il tempo di rubare la cabina al dentista di bordo, di farci una doccia, vestirci eleganti e tornare in coperta mentre il tramonto rendeva l’universo attorno a noi del tutto surreale. Mai vista Londra così, attraverso il disegno intricato delle sartie di una grande nave a vela. La notte è scesa portandosi dietro un vento freddo. Abbiamo parlato con l’equipaggio e le idee sono tante. La notte porterà consiglio.

Climbing the gangplank was like join a movie. Wood, brass, ropes, paint, metal, canvas; our emotions were probably the same experienced by the sailors of the great sail battleships era. We were greeted on board by the armed picket, by the captain and by the crew getting ready for a gala reception on board to start in a short time. We had just the time to steal the cabin to the dentist, to have a shower, dress smart and get back on deck while the sunset was giving the universe around us a surreal look. Never seen a London like this, through the intricate drawing formed by the stays of a tall sail ship. The evening fell down bringing along a cold wind. We talked with the crew and we have many ideas. We will sleep on it.

06

07

08

11

10

14

09

17

18

4 pensieri su “https://lesitaliens.wordpress.com/wp-admin/revision.php?revision=1465Day One: August 6th, the departure

  1. Cher Enrico

    j apprends par Stephane Watelet qu’il va y avoir une version francaise des romans.

    Bravo, Mazel Tov , felicitations!

    à bientôt à paris pour feter ça!

    amities,

    Martin

    Envoyé de mon iPad

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...