Video

Immagini in movimento per La donna di troppo

Il delirio di un dissociato

L’altro giorno mi è capitato di riascoltare, dopo parecchio tempo, la Bourée di Bach suonata dai Jethro Tull. Ne sono rimasto talmente colpito che non ho fatto che ascoltarla per tutta la giornata. Il flauto di Jan Anderson è formidabile, il ritmo del brano, un crescendo continuo, è di una forza spaventosa.
Continuando ad ascoltarlo mi è venuta in mente l’associazione con il prossimo romanzo, che comincia in maniera quasi dolce per diventare una macchina infernale che travolge i personaggi. Allora mi sono detto: perché non usare la Bourée per fare una specie di booktrailer de La donna di troppo? Idea bellissima, con un solo problema, io non so utilizzare programmi cinematografici sul computer.
Però la voglia era tale che ho deciso di superare questo scoglio, all’apparenza insormontabile. Ho scoperto che tra le applicazioni avevo iMovie, un programma che ha passato indenne e inoperoso tutti questi anni. L’ho aggiornato, l’ho aperto e ho cominciato a giocare con foto a caso per scoprire come si comportava. Poi ho messo la musica e sono rimasto a bocca aperta. Inutile dirvi che mi sono divertito da pazzi.
Va bene, adesso ve lo faccio vedere. Cercate di essere indulgenti, è la mia opera prima nei panni di cinematografaro. Spero, in compenso che vi faccia venire voglia di leggere il romanzo.

Bourée, la musica che ho utilizzato nel filmato, è un brano strumentale del 1969 dei Jethro Tull, presente nell’album Stand Up, riarrangiamento di Ian Anderson della Suite per liuto n° 1 BWV 996 di J.S. Bach.
I diritti musicali sono della casa discografica Chrysalis, il brano utilizzato è solo parziale.
Lo lascerò on line finché i Jetro Tull o l’etichetta Chrysalis non mi beccano e mi rompono il culo per aver usato la loro canzone (be’, solo un pezzo).

Zara

5 pensieri su “Immagini in movimento per La donna di troppo

  1. Rien faire, non riesco a far partire il video…

    Cliccando sul triangolino bianco sparisce l’immagine e resta un pezzo di schermo bianco… devo avere i poltergeist nel pc!

    Ciao, Brina

  2. Ma Enrico,
    hai un lettore che si occupa – come avvocato – di diritto d’autore e mi chiudi cosi`?!
    Sei poco difendibile.

    Ciao

    Stefano

    TIM: la tua mail in mobilità con il BlackBerry®

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...