Troppo piombo: recensisce Liberal

Giovani narratori crescono

Recensione su Liberal di mercoledì 8 settembre 2010. P. 20
di Alessandro Marongiu

È passato poco più di un anno, era il giugno del 2009, da quando Liberal ha tenuto a battesimo i debutti di due scrittori che, per i loro primi passi, avevano scelto di muoversi, pur se ognuno con il proprio stile, nei territori del noir. Quel battesimo deve aver portato bene (o almeno non deve aver portato poi troppo male), se a distanza di dodici mesi da Les italiens e Nero riflesso i rispettivi autori, Enrico Pandiani ed Elias Mandreu, tornano in libreria praticamente in contemporanea con Troppo piombo (Instar, 320 pagine, 14,50 euro) e Dopotutto (Il Maestrale, 230 pagine, 17 euro)

Partiamo esattamente come un anno fa, da Pandiani. La sua opera prima era talmente valida, che pensare che il grafico torinese riuscisse a ripetersi poteva apparire un azzardo: e invece non solo Pandiani ha saputo ripetersi, ma addirittura superarsi, facendo di Troppo piombo un altro gioiello della narrativa di genere contemporanea, dimostrando di avere una scrittura e e una vena artistica ben più felici di tanti colleghi (al momento) più blasonati.
Il romanzo racconta una nuova avventura de les italiens, la squadra di flic parigini di origine italiana capitanata dal commissario Mordenti, alle prese questa volta con un assassino che turba il clima natalizio della capitale transalpina uccidendo con una violenza esagerata, quasi parossistica, alcune redattrici del quotidiano Paris24h. Seguendo la strategia che Pandiani ha deciso di adottare per i suoi libri come fosse un marchio di fabbrica, l’inizio di Troppo piombo, col criminale intento a a far fuori una delle sue vittime a mani nude, è di quelli cui l’espressione «pugno nello stomaco» calza a pennello. Incredulo anch’egli di fronte a tanta ferocia, che non si esaurisce con il primo omicidio ma si ripeterà in seguito, il buon Mordenti comincia a investigare da par suo, ma con un elemento di novità a complicargli le mosse: la passione per la bellissima, irresistibile Nadège, passione in cui non ci sarebbe niente di sconveniente, non fosse che la donna lavora proprio come giornalista e proprio per Paris24h, ed è coinvolta, in un modo o nell’altro, nella scia di sangue e morte cui il commissario sta cercando di porre fine. Quell’«in un modo o nell’altro», a ben vedere, fa però tutta la differenza del mondo: perché Mordenti, confuso dai suoi sentimenti, fa sempre più fatica a capire se Nadège sia solo una potenziale vittima che va protetta o, piuttosto, una complice dell’aguzzino delle sue colleghe. Enrico Pandiani non inventa niente (né del resto ha l’aspirazione a farlo), ma è la qualità della sua scrittura a renderlo unico nell’attuale panorama della letteratura poliziesca (intendo con «poliziesca» tutto ciò che è variamente assimilabile alla detection story) del nostro paese: nei suoi libri tutto è perfetto, non c’è una parola fuori posto, il ritmo è incalzante e i personaggi ben delineati, con un cinismo marcato ma allo stesso tempo leggero a fare da piacevole basso continuo alle storie.
D’altro canto, quando c’è da spingere sul pedale della sgradevolezza, Pandiani non si tira indietro: in Troppo piombo c’è ad esempio una durissima sequenza che descrive uno dei crimini più odiosi che si possano immaginare, cioè un lungo, lunghissimo, pare infinito, stupro di gruppo che l’autore torinese riesce a rendere con tale verosimiglianza da far gelare il sangue nelle vene al lettore.
Non c’è verso di restare impassibili; un pezzo di maestria narrativa dal quale è davvero difficile riprendersi.
(…)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...