Finalmente in libreria. Mordenti è arrivato

Les italiens tornano al lavoro

Nonostante lo sciopero degli autotrasportatori, il terremoto padano e dopo due anni di trepidante attesa, è finalmente in libreria la quarta inchiesta de les italiens.
Pessime scuse per un massacro, edito da Rizzoli nella prestigiosa collana La Scala.

Quando ho avuto in mano la prima copia il mio cuore si è messo a battere lo shake. La copertina è stata sofferta, per trovare il titolo siamo diventati matti, ma alla fine, il risultato è meraviglioso. Questo bordo di tela rossa che contrasta con i grigi freddi e lucidi della copertina, il titolo su quel nastro tagliato, l’immagine forte ed evocativa. Quand’anche non dovesse piacere farebbe un bellissimo fermacarte.
Ma io penso che piaccia, la storia è densa, avvolgente, Mordenti è in piena forma e così il suo amico Servandoni. I luoghi sono di first quality ed evocano storie lontane. La trama trascina il lettore in un vortice temporale ricco di colpi di scena.
Insomma, gli elementi per farne un buon romanzo li avevo tutti, spero di esserci riuscito.

Un sincero ringraziamento va a tutte le persone che alla Rizzoli hanno preso a cuore questo progetto e ne hanno fatto una bellissima realtà. Lavorare con loro è ed è stato emozionante. La loro amicizia, simpatia e professionalità mi hanno sovrastato.
Un ringraziamento anche agli amici e alle amiche che hanno letto il manoscritto, dandomi tanti utili consigli per migliorarlo e renderlo più interessante. Mario, Cesare, Sandra, Massimo, Nicola e Catherine, grazie di cuore.

E adesso l’appuntamento è in libreria e, per chi avrà voglia di conoscermi di persona (per quello che può valere), alle presentazioni che faremo in giro per l’Italia.

28 pensieri su “Finalmente in libreria. Mordenti è arrivato

  1. Enrico, mi ha fatto diventare quasi una giraffa a furia di aspettare…
    ma ieri sera lo avevo già in mano.
    Ho mollato gli amici al bar e sono tornata trionfante.
    Birra, portacenere e sigarette hanno assistito alla prima degustazione.
    Qualcuno mi ha fatto notare che quel posto non era un circolo letterario e io l’ho mandato a cagare senza dire una parola.
    Quando finisco la lettura ti faccio un drin da queste parti.
    Buona vita.

  2. Ciao Enrico,
    spero ci avviserai per tempo delle tue apparizioni. Io spesso le scopro il giorno dopo …

    Da figlio di autore (e autore io stesso) ti dico che due librerie de Il Libraccio a Milano stamattina non lo avevavano ancora, ma appunto in questi giorni non è tuitto rose e fiori.

    Date le forbici, mi è venuto in mente il volume di racconti in cui compari anche tu e a proposito del quale ti avevo scritto mesi fa.

    Per ora è tutto.

    Stefano

  3. Ma ti dirò sul momento la copertina mi ha fatto uno strano effetto, stavo meditando di ripristinare la ghigliottina per chi l’aveva scelta, poi non so mi ci sto affezionando. Per il contenuto aspetto a pronunciarmi, ma l’attesa è tanta. Mordenti è Mordenti che cavolo, l’astinenza è finita…

  4. In onore di Mordenti e della sua quarta inchiesta vado a rivedermi il dvd di L’ARMATA DEGLI EROI di Melville – e domani vado in libreria a comprare il libro. Facci sapere quando passi per Milano,

  5. si si astinenza finita finalmente! lo brucerò in un fine settimana sotto la neve e poi…. mi incazzerò come una bestia perchè debbo aspettare un’altro annno! ma cavolo Enrico se Camilleri ne butta giù una alla settimana tu perchè non ne scrivi almeno dua all’anno? dico due non duecento…. due….cavolo…ciao Franco

  6. Ovviamente ho bucato Centofiori … (da milanese, vero, nemmeno so dove sia, però; quindi forse qualchje giustificazione ce l’ho).

    Sì il volume è Lama e trama.

    Enrico: dove compero un pupazzetto/statuina di Babar? Grazie.

    A Franco dico: ma chi ci crede a Camilleri (anche data l’età) con ritmi da Simenon? Mai sentito parlare di “negri”?
    E mi astengo da ogni giudizio su Camilleri perchè per me semplicemente non esiste.

  7. Mi pareva un poco presto, ma avevi indicato solo il giorno senza il mese 28 …
    Sii gentile: hai un indirizzo per Centofiori?

    Meno male che fai parte degli astenuti.

    Il nome Grognard del bistrot è un omaggio a Arsene Lupin o ti spingi nella critica letteraria alta (“Fu Bernard Frank, giovane giornalista che in seguito diventerà un affermato opinionista al Nouvel Observateur, a definirli per la prima volta “gli ussari”, in un articolo, Hussard e grognard, pubblicato nel dicembre 1952 su Les Temps modernes, la rivista-partito di Sartre, non pensando di battezzare così una scuola letteraria. Il termine voleva esprimere la loro vivacità, la combattività e persino l’abbigliamento, austero, quasi militare, del leader carismatico del gruppo, Nimier” — Roberto Alfatti Appetiti, Roger Nimier, l’ussaro blu delle lettere francesi, DA: “EURO SYNERGIES“ – articolo reperito su Internet) citando indirettamente Roger Nimier?

    Salut

    Stefano

    • Ciao Stefano, la Centofiori è in piazzale Dateo, proprio vicino all’angolo con viale dei Mille.

      L’idea del Vieux Grognard mi è venuta per via del personaggio di La Bruyère, il vecchio soldato, è così che si chiamavano i soldati di Napoleone, i grognards. Più che gli ussari, storicamente indica i soldati della guardia imperiale di Napoleone Bonaparte, in particolare i veterani della Grande Armata. In effetti non avevo pensato all’autista di Arsène Lupin, lo strepitoso Grognard di quei bellissimi telefilm con Georges Descrières de la Comédie-Française. Li adoravo. Molto interessante questa notizia su Nimier.

      A presto,
      Enrico

  8. Comprato. Letto, finito, ahimè. Buono, molto buono, secondo me sempre meglio (ma già i primi andavano benone). Un tocco di Fred Vargas, ma detto in senso positivo, se non ti offendi. Intendo le atmosfere, la varietà del plot, la “tragicità” dialcuni personaggi. Le solite donne adorabili. Una sola sfiga: dover aspettare almeno un anno per il prossimo. Mi consolo rileggendo gli altri, a ripartire da “Les Italiens”. Complimenti davvero, Mario

    • Caro Mario, un tocco di Vargas non me l’aveva ancora detto nessuno, ne sono molto onorato. Considero la signora una scrittrice sopraffina dal linguaggio raffinato e avvolgente. E ti ringrazio per i tuoi commenti che mi confermano la riuscita delle mie intenzioni quando scrivevo Pessime scuse. E dai, un annetto passa in fretta :)

  9. Buonasera Enrico,
    comprato e letto tutto in una domenica uggiosa.
    Complimenti, veramente tanti complimenti !!
    Mi sono divertita, arrabbiata, istruita e alla fine anche commossa per la morte del Tenente Delphine.
    Certo che Mordenti è sempre più tosto.
    A quando il prossimo??
    Passa dalle parti di Bergamo prossimamente?
    Ovviamente sarà presente al Salone del Libro di Torino, spero!!
    Bravo, ancora bravo e a presto
    Con simpatia
    Colomba

    • Buongiorno Colomba,
      grazie mille per i complimenti, mi fanno un gran piacere.
      Non so se passerò dalle parti di Bergamo, è possibile che qualcuno mi inviti a fare una presentazione nella sua bella città.
      Sarò a Milano il 28 febbraio alle 18,30 alla Libreria Cento Fiori di piazzale Dateo.
      E ovviamente sarò al Salone del Libro di Torino.
      Mi auguro di rivederla presto.
      Un abbraccio, Enrico

  10. Caro Enrico, rieccomi qui, con un po’ di ritardo rispetto all’uscita del libro, a salutarti.
    Vorrei dire di avere finalmente tra le mani la quarta avventura degli Italiens ma non è così.
    O non proprio: qui accanto ho infatti il mio nuovo Kindle contenente Pessime Scuse appena acquistato online!
    Se devo essere sincero, pur essendo un fanatico dei gadgets tecnologici, non mi sono ancora abituato alla mancaza del calore e morbidezza della carta.
    Per non parlare del colore della copertina!
    Appena finisco il pallosissimo Philip Roth che sto leggendo attaccherò Pessime Scuse, il mio primo ebook.
    A presto!

    P.S. Se posso permettermi una critica alla tua nuova casa editrice, la versione ebook mi pare cara: appena il 25% in meno rispetto alla versione cartacea. Quanto incidono i costi di stampa e materiale? Meno del 50%?

    • per la precisione, il 25% in meno è rispetto al prezzo “di listino” (non so se si chiama così). Poi in realtà la versione cartacea si trova ad appena 1€ in più della versione elettronica.

    • Caro Fulvio, ammiro il tuo coraggio, io mi sento male a dover rileggere la mia roba sul computer. Non sono ancora riuscito a prendere in considerazione l’idea di leggere un libro elettronico. per ora continuerò a maneggiare, annusare, guardare solo roba di carta :)
      Philip Roth è un po’ palloso, ma ti lascia sempre delle grandi cose. Per quanto riguarda il prezzo dell’e-book, tieni presente che il romanzo, così rilegato, con la tela, mazzi e frammazzi, costa solo 16 euro al posto dei 20 che generalmente costa un robetto del genere.
      Ti ringrazio anche per il link ai pupazzi di Babar, ma devo dirti che ho già l’originale, quello che lui lascia in giro da tutte le parti. Me lo ha dato Mordenti in persona ;)
      Aspetto naturalmente la tua opinione su Pessime scuse e anche sulla lettura via Kindle.
      Un abbraccio e a presto!

  11. eccomi, finito!
    complimenti, ero certa non mi avresti deluso.
    Le prime pagine sono state un po’ come entrare in un frullatore… poi mi sono gustata il resto a velocità di crociera.
    Gran bei personaggi anche stavolta.
    Adoro come dipingi quelli femminili, un pittore che cambia pennello per rendere le sfumature più delicate.
    Che dire… per arginare l’astinenza, non mi resta che rileggere i precedenti.
    Spero di vederti presto a Roma.
    ciao

    • Ciao Maria Pia, grazie per il tuo commento. Sentire una donna parlare così bene delle mie donne è una cosa che mi inorgoglisce molto.
      Faro in modo di darmi una mossa con il quinto in modo che tu non debba rileggere quelli vecchi troppe volte :)
      Spero anch’io di incontrarti presto a Roma.
      Un abbraccio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...